Siamo giunti alla terza puntata del nostro vademecum su come procedere nella scelta e gestione del sito Internet di Studio.

Dopo aver visto nella precedente puntata quali sono le figure professionali a cui rivolgersi per lo sviluppo della nostra presenza on line,  vediamo oggi di rispondere ad una domanda che affolla le menti di molti quando si apprestano a decidere che sito fare per lo Studio.

Dopo aver fatto chiarezza sugli obiettivi che si intendono raggiungere con il sito Interne di Studio, è il momento di conoscere l’abc necessario per poter guidare l’azione dei consulenti a cui ci rivolgeremo per realizzarlo. Innanzitutto vediamo quali sono le figure che possono fare al nostro caso per ottenere risultati eccellenti ed essere soddisfatti. Prima, però, è necessaria una premessa.

Partiamo oggi con un vademecum a puntate su come impostare e gestire il proprio sito Internet dello Studio professionale in modo efficace ed elegante, così che sia adatto per rappresentare al meglio l'attività dell'avvocato, del commercialista, del consulente del lavoro, del notaio.

Prima di cominciare a sviluppare i testi, scegliere template, fotografie, ecc. è necessario fare chiarezza su chi siamo, cosa vogliamo comunicare, a chi ci rivolgiamo ecc.

Sms e WhatsApp stanno cambiando il rapporto tra genitori-figli, scrive oggi il Corriere della Sera. L’articolo descrive la nuova tendenza in atto grazie all’informatizzazione dei genitori che hanno scoperto, dopo gli sms, anche WhatsApp (che in quanto gratuito servizio di messaggistica istantanea, piace ancora di più dei “vecchi” sms). Questa la fotografia dei “genitori 2.0” che sanno usare la tecnologia dei figli, continua l’articolo.

Negoziare con forza, oppure condurre il negoziato con una certa morbidezza? Quale sarà la strategia da adottare che paga maggiormente in termini di risultato?

In particolare nel mondo del business, e ancor più tra i professionisti dell’area legale, avvocati in primis, vige l’idea che chi fa la voce più grossa è più forte e determinato nel raggiungere i risultati. Spesso, infatti, sono gli stessi clienti a scegliersi l'avvocato con questo approccio, in quanto ad esso legano l'idea di forza e determinazione. Ma sarà cosi? Premesso che non c’è una formula che vada bene per tutte le situazioni negoziali, innanzitutto va fatta un po’ di chiarezza e di distinguo.

Lo stress è la reazione naturale prevista dalla natura per aiutarci ad affrontare le situazioni al meglio. La sua originaria finalità è stata quella di permetterci di sopravvivere nelle situazioni di difficoltà e pericolo. Senza di esso oggi non saremmo qui a parlarne, ma probabilmente ci saremmo estinti divorati da cacciatori famelici, o morti di fame in quanto privi di stimoli per recuperare il cibo necessario.

Nel post di ieri abbiamo posto le basi per dare avvio ad un processo di miglioramento in ambito negoziale. Partire da se stessi, sviluppando maggior consapevolezza è il miglior punto di partenza, le fondamenta per qualunque successiva implementazione di tecniche e metodologie negoziali.

Ciascuno di noi negozia con chiunque e un po’ su tutto:

Per chi vuole migliorare le proprie capacità negoziali, la prima domanda che sorge spontanea è: da dove cominciare? Corsi, libri, Internet sono certamente utili. Acquisire metodi, tecniche, principi sulla negoziazione è scuramente importante. Ancora più importante, tuttavia, è comprendere che per acquisire delle buone doti negoziali il punto da cui partire siamo noi stessi. Il negoziatore esperto sa:

0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Scrivi qui la tua richiesta, ti risponderemo in giornata.

* Nominativo
* Indirizzo e-mail
* Richiesta
Login now

Serve aiuto? Invia subito un messaggio.

Nominativo
* Indirizzo E-mail
* Richiesta
Invia un messaggio.
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?