Intervento a “Kris & Love – Radio 105” – Sabato 07.02.2015 – Come rimanere padroni delle proprie azioni

Captain, Leadership Concept

Prendiamo questa volta spunto da un articolo comparso su Wired relativo al Binge watching, fenomeno che tiene inchiodati al televisore per ore intere, a volte nottate o giornate intere, spettatori letteralmente rapiti dalle serie televisive. Quale è ragione e cosa fare?

Tra le ragioni c’è da ricercare sicuramente la predisposizione dell’essere umano ad essere affascinato e attratto dalle storie, cioè dai racconti. Il nostro cervello è strutturato per accogliere racconti; per generazioni e generazioni le culture sono state tramandate dai cantastorie e dai vecchi che raccontavano ai giovani e così trasferivano alla nuova generazione abitudini, modi di fare, competenze. Siamo dunque allenati allo storytelling. A quanti non è capitato di non riuscire ad andare a dormire se non si è finito di leggere un libro, oppure se non si è finito di vedere un film. Le telenovelas hanno tenuto per anni, a volte decenni migliaia di persone davanti alla tv, perché volevano sapere cosa sarebbe accaduto la volta successiva.

Questo fenomeno, tra l’altro, è sfruttato anche dalla pubblicità, che interrompe proprio sul più bello il film, per costringerci a non cambiare canale nel timore di perdere la scena clou prevista subito dopo lo stacco pubblicitario.

Ovvio che tutto ciò rientra in un meccanismo comune a ciascuno di noi, sempre che non superi una certa soglia e diventi patologico.

Fuori da questa ipotesi, che fare dunque per rimanere sempre vigili e capaci di gestire la situazione, invece di farci rapire da essa e abbandonarci al ritmo dettato dalla storia che si palesa davanti ai nostri occhi sul piccolo schermo?

Con la necessaria premessa che a volte è anche piacevole e salutare lasciarsi andare all’attacco di pigrizia la domenica pomeriggio sotto il plaid sul divano, una buona strategia è di programmare anticipatamente che subito dopo la fine del film o della puntata del nostro telefilm andremo ad un appuntamento. Bisogna cioè programmare un impegno: pianificare un incontro con un amico, prendere l’impegno con se stessi riportare fuori il cane, di uscire in bicicletta, di andare a prenderci un caffè fuori. In altre parole, per ridurre il rischio di essere fagocitati dalla tv è necessario non affidare ad essa il nostro tempo, ma rimanere sempre gestori del nostro tempo pianificando con anticipo.

Ascoltiamo dunque l’intervento su Radio 105 a Kris&Love.

A presto!

Mario Alberto Catarozzo

Scarica la mia App per IOS (Apple)

Scarica la mia App per Android



0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Scrivi qui la tua richiesta, ti risponderemo in giornata.

* Nominativo
* Indirizzo e-mail
* Richiesta
Login now

Serve aiuto? Invia subito un messaggio.

Nominativo
* Indirizzo E-mail
* Richiesta
Invia un messaggio.
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?