Intervento a “Kris & Love – Radio 105” – Sabato 17.01.2015- Ansia e stress al lavoro

 

 

 COME AIUTARE ANSIA E STRESS SUL LAVORO

Ansia e stress, chi non ne ha fatto esperienza? Forse faremmo prima a dire chi riesce a gestirli con equilibrio?
Ne abbiamo parlato in questa puntata di Kris&Love su Radio 105.
 :
  • Come possiamo ridurre l’ansia nel lavoro e nella vita privata?
    Beh, innanzitutto dobbiamo sapere che l’ansia e lo stress sono generati da fonti interne (endogene) da fonti esterne (esogene). Le prime riguardano il come pensiamo e il nostro stato fisico.
 :
  • Perché due persone nella stessa situazione hanno reazioni di stress completamente diverse?
    Innanzitutto perché ricostruiscono i fatti in modo diverso, attribuiscono significati e pesi diversi. Di conseguenza l’impatto stressogeno dell’evento cambia. Dunque, molto dello stress legato agli eventi dipende da noi, da come li interpretiamo. Poi c’è lo stato fisico a generare stress: un dolore, cattiva digestione, sedentarietà, ecc. possono essere fonte di stress. Dunque anche qui vediamo come spesso siano le nostre scelte (alimentari, sportive, di riposo ecc.) a determinare lo stress che vivremo.
Altre fonti sono poi esterne: il traffico, i rumori, le luci, il freddo e il caldo ecc. Le fonti esogene, appunto e che non dipendono da noi, ma dall’ambiente.
Sono molte le attività e strategie che possiamo mettere in atto per ridurre ansia e stress:
  • alimentarci meglio;
  • riposare meglio;
  • fare break durante la giornata;
  • fare attività fisica;
  • circondarsi di persone positive e allegre;
  • ridere di più;
  • organizzarsi meglio;
  • scegliere i migliori collaboratori;
  • scegliere il lavoro che ci appassiona.
Sarà poi capitato a tutti di vivere una situazione di forte ansia, dove i pensieri sembrano un disco che gira vorticosamente. Che fare? Vediamo una tecnica semplice e immediata per affrontare uno stato di ansia intenso. Lo scopo è defocalizzare il pensiero, cioè distogliere l’attenzione dalla preoccupazione che ci assilla. Come fare? L’attenzione va spostata su qualcos’altro, quindi la strategia è dedicarsi ad un’attività materiale che richiede anche un coinvolgimento mentale. Per esempio, uno sport, oppure un’attività quale il cucinare una ricetta, oppure un hobby come il bricolage; insomma tutto ciò che ci impegna fisicamente e mentalmente. Dopo un po’ vedrete che i pensieri ritroveranno pace e la situazione apparirà meno complessa o grave di quanto in precedenza sembrava.
:
A presto e buon lavoro!
:
Mario Alberto Catarozzo
:
:

Tags:


0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Scrivi qui la tua richiesta, ti risponderemo in giornata.

* Nominativo
* Indirizzo e-mail
* Richiesta
Login now

Serve aiuto? Invia subito un messaggio.

Nominativo
* Indirizzo E-mail
* Richiesta
Invia un messaggio.
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?