Intervento su Radio 105″ – Venerdì 01.05.2015 – Come interpretare il fatto che il nostro partner ha una password sul cellulare?

Fonte di diffidenza, oppure normale amministrazione? Spazio privato, oppure qualcosa da nascondere? Come dobbiamo interpretare il fatto che il nostro partner ha una password per accedere al cellulare? E come interpretare se non vuole condividerla con noi?

Segnale di pericolo o niente da temere?

Molti pensano che la password sia un modo per nascondere qualcosa al proprio partner, quando invece potrebbe semplicemente essere un modo come ricavarsi un piccolo spazio di privacy da coltivare. L’errore di valutazione che spesso si commette è di interpretare il singolo atto come un segnale di qualcos’altro. Mi spiego meglio. Lo stato di salute di un rapporto di coppia dovrebbe risultare da molteplici elementi e situazioni, dove la password potrebbe essere un ulteriore elemento che, unito agli altri, diventa indice di un rapporto alla frutta, piuttosto che in perfetta salute.

Spazi privati

Ciascuno di noi necessita di momenti di solitudine, si spazi privati in cui dare sfogo e libertà ad alcune parti di sé, che magari altri potrebbero mal interpretare ed equivocare. Per esempio, io potrei avere un rapporto con i miei amici scherzoso, dove ci divertiamo, magari in modo un po’ infantile, a fare battute o gossip su altri amici. Allo stesso modo, potei avere una relazione ironica e quindi scambi di battute dello stesso tenore con una mia amica, senza che per questo vi sia altro da nascondere. Facilmente il partner se leggesse tutto quello che scrivo agli amici e amiche e le battute che facciamo potrebbe mal interpretare, perché leggerebbe solo pezzi di uno scenario più ampio e lo farebbe, tra l’altro, alla luce della propria esperienza e sensibilità. L’equivoco è dietro l’angolo. Avere un piccolo spazio proprio non è dunque un delitto, né sintomo di malessere o diffidenza nella coppia. Anzi, a ben guardare, proprio chi vuole avere sempre accesso a tutto e controllare tutto è poi la persona diffidente che per prima ha invece qualcosa da nascondere.

Dunque?

Dunque penso che il fatto di avere la psw sul cellulare e il fatto di non volerla condividere con il partner non significhi di per sé molto; certo, se a ciò si aggiungono comportamenti strani (non risponde al cellulare in presenza del partner), oppure equivoci (umore diverso nell’ultimo periodo, orari stranamente cambiati, bugie, etc.) ecco che anche la psw segreta può entrare a far parte di questo scenario e quindi indice di voler nascondere qualcosa. Di solito, però questo è l’effetto e non la causa di un rapporto già in difficoltà, e dovrebbero essere altri gli indici che manifestano che le cose non vanno.

Che ne pensate? Condividete la vostra opinione con noi.

Intanto, vi lascio con l’intervento su Radio 105 con Kris&Kris dove abbiamo parlato proprio di questo!

Mario Alberto Catarozzo

Scarica la mia App per IOS (Apple)

Scarica la mia App per Android

 



0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Scrivi qui la tua richiesta, ti risponderemo in giornata.

* Nominativo
* Indirizzo e-mail
* Richiesta
Login now

Serve aiuto? Invia subito un messaggio.

Nominativo
* Indirizzo E-mail
* Richiesta
Invia un messaggio.
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?