Il re è nudo. Ecco perché dobbiamo abbracciare la vita subito

Temiamo il fallimento, temiamo il giudizio degli altri, temiamo di perdere soldi, di perdere oggetti, di perdere persone. Cosa dimentichiamo in tutto questo? Che il re è nudo, è già nudo. Solo ricordando che un giorno sarà finita, che questo viaggio è a tempo, che è senza ritorno…allora daremo il giusto peso alle cose che accadono.

In PNL (Programmazione Neuro Linguista) questa operazione si chiama reframing (“ricontestualizzare”). Solo quando allarghiamo lo scenario in cui inseriamo gli eventi, questi ci possono apparire per ciò che sono: granelli di sabbia su una spiaggia, gocce di acqua nel mare. Cosa abbiamo da perdere davvero? Nulla. O forse tutto. È la stessa cosa. La morte ci ricorda il valore del tempo. Sapere che un giorno finirà e perderemo tutto, ci può aiutare a dare il giusto peso alle cose e che ogni cosa che viviamo…è una conquista. Nulla è nostro, nulla rimane, nulla è scontato.

Perché?

Perché quindi dovremmo temere il giudizio altrui e limitare la nostra personalità? Perché dovremmo evitare di tentare una impresa per paura del fallimento? Perché dovremmo frenarci di fronte ad un abbraccio che vorremmo dare e non diamo per timore di essere respinti o delusi? Perché dovremmo risparmiarci di fronte ad un sacrificio per ottenere un risultato a cui teniamo? Il re è nudo, è già nudo, ricordiamolo sempre. Non abbiamo niente da perdere, perché nulla è nostro davvero. È una illusione, una dolce, utile, vitale illusione.

Il tempo: l’unico vero valore

Abbiamo una sola chanche, abbiamo poco tempo e nulla è scontato. Noi diamo per scontato che il respirare, l’essere qui ora, l’essere in piedi sia un diritto. Non è così. Nel fascino della vita l’essere qui ora a poter leggere questo articolo non è affatto scontato. Siamo parte di una magia che si chiama vita e il nostro compito è di dare un senso a questo viaggio. Lo state facendo? State investendo la risorsa più preziosa nel modo migliore? Il tempo che passa ci ricorda che non scherza, che è un credito che va ben speso. Siete in vacanza con le persone che amate? State facendo progetti che vi riempiono il cuore? Fate un lavoro che nutre la vostra passione? Passate del tempo in luoghi desiderati? Riuscite a vivere il presente e godervelo come il bene più prezioso? Se sì, allora state realizzando il film più bello, dove siete voi i protagonisti. Se no, allora siete comparse sullo sfondo di una trama che non vi ricomprende.

Nulla è perso

Riprendetevi la centralità della vostra vita. Potete ancora farlo. Se siete qui ora, vuol dire che non è ancora finita, che se volete potete dare la svolta che volete a questo tempo che passa e che chiamiamo vita. Chi ve lo impedisce? Cosa ve lo impedisce? Ve lo dico io: nulla, se non la paura, la pigrizia e la mancanza di chiarezza su ciò che volete davvero. Questi tre ingredienti, insieme, sono un cocktail letale per la nostra felicità. Come spazzarli via in un attimo? Ricordando che è tutta una illusione: le certezze che pensiamo di avere, le ricchezze che pensiamo di avere, la salute che pensiamo di avere. Tutti noi ogni tanto ce lo ricordiamo perché sentiamo di un amico che si è ammalato gravemente o di un altro che è morto all’improvviso. È quello il momento in cui il tempo sembra fermarsi e nel silenzio che si crea ricordarci che nulla è scontato e tutto ciò che possiamo fare è vivere ogni momento.

Allora…

Andate e abbracciate chi amate, fate un sorriso a chi incontrate, leggete qualcosa che vi fa sentire bene, cantate, saltate, esplodete nella vostra vitalità, godete e fate godere chi è intorno a voi proprio ora.

Questo momento non ritornerà più e questa non è un’illusione, è la realtà!

Ricordati di splendere canta Gianna Nannini. Già, ricordati di splendere proprio ora che sei nudo, nudo di fronte al tempo che passa.

Mario Alberto Catarozzo

Iscriviti alla Newsletter

Scarica la mia App per IOS (Apple)

Scarica la mia App per Android